↓↓↓ Video ↓↓↓


 

L'affittacamere (1976), Film Completo, Lino Banfi, Gloria Guida, Enzo Cannavale, Vittorio Caprioli.

Воспроизведение вашего видео начнется через 45

↓↓↓ Video ↓↓↓


 

0 Просмотры

Iscriviti al canale per non perderti nuovi Film e video!!!! https://www.youtube.com/channel/UCI04i5AUaD01un23gs9KXAw https://www.youtube.com/c/MarcoFa...

Дата загрузки:2021-05-23T02:45:09+0000

↓↓↓ Video ↓↓↓


 

Издатель
Iscriviti al canale per non perderti nuovi Film e video!!!!
https://www.youtube.com/channel/UCI04i5AUaD01un23gs9KXAw
https://www.youtube.com/c/MarcoFaddakika
Grazie per l'iscrizione!!!!

L'affittacamere è un film del 1976 diretto da Mariano Laurenti.

Paese di produzione Italia
Anno 1976
Durata 100 min
Genere commedia, erotico
Regia Mariano Laurenti
Soggetto Bruno Corbucci, Paolo Brigenti
Sceneggiatura Bruno Corbucci, Paolo Brigenti
Musiche Ubaldo Continiello

Trama
Angela e Giorgia Mainardi sono sorelle: la prima è grassa e con problemi di sonnambulismo, mentre la seconda è magra e bellissima. Un giorno, le sorelle ricevono in eredità dalla loro zia, una contessa piena di debiti, un casale nella campagna bolognese e decidono di trasformarlo in pensione. Col passare del tempo, molti uomini vengono invitati alla pensione da Giorgia, credendo che, andando a dormire lì e pagando 50.000 lire a notte, verranno "ripagati" molto bene dalla stessa ragazza. Dopo qualche tempo, sulla pensione cominciano a girare cattive voci. Preoccupato, il fidanzato di Angela, Lillino, decide d'andare a passarvi una notte per controllare.

Le voci giungono anche al giudice Damiani, strenuo difensore della pubblica moralità, che decide d'andare a visitare quella pensione, proprio la stessa sera in cui sua moglie e il suo amante, Anselmo Bresci, si sono dati appuntamento nello stesso luogo. Quella sera anche il prof. Settebeni arriva alla pensione, ma sua moglie Adele viene informata che il marito sta andando in quella pensione malfamata e così decide d'andare a scovarlo. Il giudice, dopo avere perlustrato tutto l'albergo, trova tutte le persone nascoste in una sola stanza, compresa sua moglie con l'amante.

La moglie del prof. Settebeni non riesce invece a trovare il marito, e tutti riescono a vestirsi in tempo e a simulare la vendita della pensione che il prof. Settebeni dovrà trasformare in clinica. La vendita non è più una simulazione, dato che Settebeni compra davvero l'immobile e dà a Giorgia 50 milioni di lire. Dopo questo incidente, Angela e Lillino si sposano e si trasferiscono in un grosso casale in Puglia, insieme a Giorgia. Da qui rinasce l'idea di trasformare anche questo casale in una pensione, con Giorgia che userà ancora lo stesso espediente per attirare clienti.

Interpreti e personaggi
Gloria Guida: Giorgia Mainardi
Lino Banfi: Lillino
Enzo Cannavale: maresciallo Pasquale Esposito
Vittorio Caprioli: onorevole Michele Vincenzi
Luciano Salce: prof. Edoardo Settebeni
Adolfo Celi: giudice Nino Damiani
Fran Fullenwider: Angela Mainardi
Giancarlo Dettori: avvocato Alberto Mandelli
Giuseppe Pambieri: Anselmo Bresci
Marilda Donà: Rosaria, moglie del giudice Damiani
Giuliana Calandra: Adele Bazziconi
Vincenzo Crocitti: paziente in sala operatoria
Dino Emanuelli: notaio

Doppiatori italiani
Serena Verdirosi: Giorgia Mainardi
Flaminia Jandolo: Angela Mainardi
Gianfranco Bellini: notaio
Franca Dominici: contessa
Vittorio Stagni: paziente danneggiato da Settebeni

Film con
Vittorio Caprioli (Napoli, 15 agosto 1921 – Napoli, 2 ottobre 1989) è stato un attore, regista, sceneggiatore e cabarettista italiano.

Diplomatosi all'Accademia nazionale d'arte drammatica di Roma, esordì nel 1942 nella compagnia Carli-Racca, approdando nel 1948 al Piccolo di Milano, dove sotto la direzione di Strehler prese parte a La tempesta di Shakespeare. Dal 1945 cominciò la sua collaborazione con la Rai, spesso insieme a Luciano Salce, realizzando programmi di rivista e varietà. All'inizio del 1950, viene scritturato accanto a Alberto Bonucci e Gianni Cajafa per l'opera teatrale musicale di Carosello napoletano, diretto da Ettore Giannini: tre anni dopo sarà portata anche sul grande schermo.
Interprete duttile e versatile, nel 1950 fondò, con Alberto Bonucci e Franca Valeri (che fu anche sua moglie dal 1960 al 1974, anno in cui divorziarono) il Teatro dei Gobbi, che proponeva un tipo di spettacolo sottilmente satirico, fatto di gag sornione e di battute mordaci, totalmente privo di testi scritti, protagonista anche alla radio di trasmissioni come Lo Schiaccianoci (1952), Le donne di James Thurber (1953, a cura di La Capria, realizzazione di Giagni) e Courteline all'italiana (1954, regia di Mondolfo). Con la Valeri e Salce nel 1955 scrisse e interpretò La zuccheriera, trasmissione realizzata sia in edizione italiana sia francese per il Premio Italia.
Passò poi al cinema come attore caratterista e anche come regista (Leoni al sole, 1961; Parigi o cara, 1962; Splendori e miserie di Madame Royale, 1970), lasciandosi tentare occasionalmente dalla televisione, in cui cominciò la carriera nel 1959 con la partecipazione al varietà Le divine e l'interpretazione de Il borghese e il gentiluomo, ma non riuscì mai ad amare veramente il piccolo schermo ("Soffro più che altro per l'assenza del pubblico, che considero parte integrante e insostituibile dello spettacolo cui partecipo").
Категория
Эротические фильмы
Комментарии выключены